Gruppo Astrofili di Padova 2016 I. Codato   ©
Lo strumento principale è il telescopio Newton/Cassegrain costruito dalle officine "Marcon" che alloggia uno specchio primario da 410mm di diametro f/4,84 lavorato da "Costruzioni Ottiche Zen". Il passaggio tra le due configurazioni ottiche può essere fatto in pochi minuti sostituendo la parte superiore del telescopio che comprende lo specchio secondario. L'osservatorio è inoltre equipaggiato con un secondo telescopio, un rifrattore con doppietto acromatico del diametro di 150mm e lunghezza focale 2250 mm (f/15); è installato in parallelo a quello principale mediante due anelli registrabili così da poterlo facilmente allineare. Ora si è aggiunto un telescopio Celestron 9 1/4 . Il complesso formato da questi tre telescopi più altri accessori, è installato su una montatura equatoriale a forcella di dimensioni e peso opportunamente calcolati in modo da renderlo praticamente insensibile a vibrazioni o urti accidentali. Oltre a questi telescopi, abbiamo in dotazione ad uso personale per gli astrofili e le uscite di osservazione pubblica, un rifrattore da 120mm. della Skywatcher con montatura EQ5 completamente motorizzata, un Celestron C11 dotato di GPS e un Newton da 200mm. Dicembre 2016 Il GRUPPO ASTROFILI di Padova ha arricchito il suo parco strumenti con una nuova montatura: NEQ6 SYSCAN E’ certamente tra le migliori montature a disposizione del mondo degli astrofili. L’abbiamo assemblata sabato scorso e neè emersa subito la caratteristica della solidità. Infatti l’abbiamo abbinata, come la foto dimostra con lo storico Newton 200 mm, uno strumento che rchiede un buon sostegno. Certo non sarà l’ideale per le serate osservative in giro per i paesi, credetemi pesa non poco, ma certamente lo sarà per osservazioni particolarmente impegnative o per l’astrofotografia. Non dobbiamo fare altro che attendere laserata propizia per metterci alla prova con questa meraviglia.
Il gruppo di telescopi
Particolare del telescopio
Telescopi del G.A.P. x le uscite
Gruppo Astrofili di Padova       2015  R. Cariolato  ©
I TELESCOPI