Gruppo Astrofili di Padova L’Uomo guarda le stelle da sempre; noi lo facciamo insieme dal 1965…
Gruppo Astrofili di Padova 2016 I. Codato   ©
“…et infinitamente rendo grazie a Dio che si sia compiaciuto di far me solo primo osservatore di cosa ammiranda e tenuta a tutti i secoli occulta.”

Benvenuti nel sito del

Ci occupiamo di studiare e divulgare l’Astronomia

C.f. 80031040282 U.R.P. Reg. 233

CALENDARIO serate pubbliche 2022 (fino a giugno; può subire variazioni) Bollettino GAP n. 81 di febbraio 2022 !!! Elezioni Consiglio e Presidente GAP Conferenza Le Galassie di D. Bettoni; venerdì 6/5 Le foto dei Marco: Paccagnella (nebula Velo) e Marco Segato (nebula Manubrio) Cosa succederà all’Osservatorio G. Colombo? L’astronomo Di Mille a Las Campanas propone! Foto di Cosimo Millevoi Biblioteca virtuale Springer ebook In ricordo della cara Wilma Osservazione per il Gruppo Crescere Insieme di Voltabarozzo Galleria del cielo profondo di Giuseppe Guercio
News links
Situazione dell’ Osservatorio G. Colombo Il Gruppo Astrofili di Padova ha continuato ad interpellare il Comune di Padova in merito alla destinazione futura dell’ Osservatorio G. Colombo. Dopo il blocco d’accesso conseguente allo sgombero del febbraio 2020, si sono aggiunte le limitazioni dovute all’epidemia, con un ulteriore impedimento all’utilizzo del telescopio. Inoltre, ultimamente lo stesso Comune di Padova ha fatto annunci in merito a progetti che, tra altri, vedono coinvolto il Parco dell’ex Macello. Si tratta di un ridisegno del sito atto a creare il Parco della Scienza, con l’apporto della società cooperativa «le Pleiadi» di Limena. Un impegnativo e valido lavoro, non c’è dubbio , che richiederà parecchi anni per la sua realizzazione tra cui la ristrutturazione della palazzina che ospita l’osservatorio. Peccato che in questo contesto, non sia stato mai citato proprio l’osservatorio che il nostro gruppo gestisce e mette a disposizione sia per ricerche scientifiche a studenti universitari della facoltà di Astronomia di Padova che per divulgazione a favore del pubblico patavino. Stiamo cercando di stimolare il Comune per far che l’attività legata all’importante strumento osservativo non venga bloccata per anni facendo mancare a futuri astronomi un «laboratorio», oltretutto gratuito, su cui formare le loro esperienze, come è già avvenuto nel passato: un nome per tutti: il professor Francesco Di Mille, che oggi gestisce la ricerca astronomica di alcuni osservatori in Cile.
LE NOSTRE ultime ATTIVITA’ (vedi calendario)
Saturno
Saturno show!
Immagine del pianeta degli anelli fotografata da Roberto Cariolato
Posizione dei pianeti rispetto al Sole 2022 Creato dal socio Cosimo Millevoi CORSO ON LINE di ASTRONOMIA Promossa dal Comune di Limena (oltre ad altri, vedi programma) ( .
COMUNICATO del Gruppo Astrofili di Padova L’osservatorio astronomico G. Colombo che il nostro gruppo gestisce è al momento non frequentabile a causa dello sgombero della palazzina di via Cornaro, avvenuto a seguito dell’ordinanza del Comune di Padova. Precisiamo che il GAP è estraneo alle cause che hanno comportato tale decisione ma che inevitabilmente ne sta sopportando i forti disagi: il blocco delle attività che si svolgono in cupola, tra cui le ricerche di un gruppo di studenti della facoltà di Astronomia. Consapevoli della delicatezza del caso, chiediamo comunque alle istituzioni competenti di trovare una valida e celere soluzione che ci permetta di riprendere regolarmente tutte le attività sospese. Il Gruppo Astrofili di Padova
Posizione pianeti rispetto al Sole anno 2022
Giuseppe Guercio Show Se non fosse stata una tragedia per molti, verrebbe da dire che “non tutti i mali vengono per nuocere”. Infatti il nostro caro Giuseppe, obbligato da problemi personali in concomitanza all’epidemia, ha passato forzatamente buona parte dell’estate in quel di Istria, al paese della moglie e da bravo astrofotografo non ha perso l’occasione per fare qualche scatto notturno. Ci ha mandato, intanto, tre immagini che riporto di seguito e che bastano a confermarci, come se ce ne fosse bisogno!, la maestria con cui Giuseppe si dedica alla fotografia del cielo. Io sono rimasto a bocca aperta e penso che il nostro caro amico e socio che non abbiamo visto per tanto tempo, nel frattempo sia stato su Hubble a fare gli scatti, altro che Istria! Scherzi a parte, uno scroscio di applausi al nostro Michelangelo dell’astrofotografia. Grazie Giuseppe!
M51 - Cani da Caccia M81 e M82 M33
La via Lattea di Cosimo Millevoi Riceviamo e pubblichiamo le foto del socio Cosimo Millevoi. Si tratta di immagini della Via Lattea, che certamente non possiamo vedere dalla nostra città. Infatti Cosimo si è recato in quei posti che il nostro Alessandro ci ha più volte descritto: la maremma grossetana. Ci scrive Cosimo: Le foto sono state scattate con la mia Pentax KP ed il suo modulo GPS, che consente l’attivazione della funzione Astrotracer, ed obiettivo Fish-eye Samyang. ISO 800 Esposizione 2 minuti circa F: 2,8 Focale: 12 mm 1 Dark in automatico previsto dalla funzione Noise-reduction della fotocamera. + passaggio su Photoshop per piccolo intervento sui livelli. Mi trovavo ad un paio di km soltanto dalla periferia di Grosseto, verso sud ovest. Ringrazio Alessandro e Giuseppe che, durante le nostre serate, hanno spesso suggerito Grosseto come zona da dove poter vedere il cielo notturno con poco inquinamento luminoso.
Via Lattea - Autore Cosimo Millevoi Via Lattea 1 - Autore C. Millevoi
L’astronomo Francesco Di Mille, una nostro storico socio che ora dirige gli osservatori della Carnegie Institution for Science situati a Las Campanas, sull’altopiano di Atacama in Cile, ha postato il seguente invito per coloro che ,avendone titolo, vogliono usufruire di un contatto dall’altro capo del mondo:
DI PIXEL IN PIXEL Da quando è stato creato il gruppo Whats app tra i nostri soci, si sono succedute immagini caricate ora da Giuseppe Guercio ora da Cosimo Millevoi, ora da Giorgio Schileo sempre più sofisticate e dettagliate con commenti esplicativi in merito alle tecniche, ai trucchi, alle elaborazioni, agli strumenti, agli accorgimenti: insomma una vera e propria rassegna mirata all’astrofotografia. Bravissimi. Invito chi volesse unirsi al gruppo a comunicarlo al nostro recapito e-mail con i dati relativi al proprio telefonino. I messaggi dovranno essere esclusivamente di tipo scientifico; non sono ammesse comunicazioni di profilo politico, religioso e ludiche fuori luogo. Grazie
ASTROFOTOGRAFIA… CHE PASSIONE! La chiameremo la carica dei Marchi: Marco Paccagnella e Marco Segato, nostri soci, si aggiungono alla gloriosa schiera di Astrofotografi del nostro gruppo. Qui due scatti: quello d’esordio di Marco P. a dx con le sue parole che accompagnano la sua esperienza: «…ti allego la foto della nebulosa Velo o meglio cio' che rimane di una supernova nella parte sud orientale della costellazione del Cigno. Dai dati trovati si pensa sia a 1470 anni luce dalla terra e abbia un raggio di 50 anni luce.... Serata molto nuvolosa ma la fortuna ci ha premiato, visto la Ns insistenza a rimanere fuori con il telescopio montatura EQ5, 11 scatti da 30 secondi, camera asiair pro, filtro optolong-pro,s mart device per astrofoto zwo asi 294 MC Pro, telescopio skywatcher 150/750....no guida Abbiamo fatto anche dei dark flat Cosimo la sta elaborando appena pronta te la giro...anche se a me piace molto questa essendo la mia prima...» Ed ora quella del giovane Marco Segato che si recentemente iscritto: il suo è uno scatto risalente a questa estate dalla Croazia. E’ la nebula Manubrio, a ca 1200 a.l. nella costellazione della Volpetta. Ecco i dati: Telescopio: SkyWatcher 150/750 PDS Montatura: SkyView Pro go to (orion) Macchina fotografica nikon d5100 60 foto x 30 secondi l'una Bellissime. Grazie ragazzi! Bisogna ringraziare i nostri Giuseppe Guercio, Cosimo Millevoi e Francesco Cecolin che con le loro foto che pubblicano sul gruppo Whats App ci hanno permesso di vedere cose ai nostri occhi invisibili, dando anche spunto e supporto a chi si sta addentrando in questa bellissima passione.
Nebula Manubrio- aut. Marco Segato Nebula Vela - Autore: Marco Paccagnella
Il Sole visto dal Liceo Curiel di Padova Un plauso al nostro giovane ed intraprendente Marco Segato che ci ha coinvolto in una iniziativa della sua scuola, l’Istituto Liceo Scientifico Curiel, in una giornata dove gli studenti sono stati protagonisti nel proporsi come relatori in una materia prescelta. Marco ha scelto il Sole e ha chiesto al GAP, di cui è socio, di essere presente con il Coronado per fare una possibile diretta osservazione. Il tempo ci ha premiato e così Ivan si è offerto di portare lo strumento martedì 3 maggio. La lezione di Marco in classe, vedi foto a lato poi seguita dalla osservazione con il telescopio solare in cortile. Il cielo limpido ha permesso un’eccellente visione: il Sole offriva alcune macchie in diversi punti della superficie, mentre ad un bordo si innalzava una gigantesca protuberanza. Marco non si è fatto sfuggire l’occasione e, preso il suo cellulare, ha incomiciato a fare scatti. Potete apprezzare il risultato nelle foto qui riportate. Grazie a tutti i protagonisti! Sole compreso. Ivan Codato
Marco Segato in cattedra Osservazione con il Coronado al liceo Curiel
Immagine eloquente dell’inquinamento luminoso
Protuberanza e macchia solare La protuberanza