Gruppo Astrofili di Padova           L’Uomo guarda le stelle da sempre; noi lo facciamo insieme dal 1965…
Gruppo Astrofili di Padova 2016 I. Codato   © “…et infinitamente rendo grazie a Dio che si sia compiaciuto di far me solo primo osservatore di cosa ammiranda e tenuta a tutti i secoli occulta.”

Benvenuti nel sito del

Ci occupiamo di studiare e  divulgare l’Astronomia

Siamo delegazione dell’U.A.I. (Unione Astrofili Italiani)

C.f. 80031040282    U.R.P. Reg. 233

News links
LE NOSTRE ultime ATTIVITA’              (vedi calendario)
FOTO del Giorno
La ripresa del transito di Mercurio nel 2003
Saturno
             Saturno show!
Immagine del pianeta degli anelli fotografata da Roberto Cariolato
Luna - Autore Ivan Codato TELESCOPIO SOLARE DEL GAP Il Gruppo Astrofili di Padova  si è dotato di uno strumento osservativo specifico per il Sole. Grazie anche al generoso contributo della Fondazione Cassa Risparmio Padova e Rovigo,  abbiamo arricchito il nostro parco strumenti con il Coronado Solar Max II 90 BF30. Certamente è bello osservare le stelle ed il cielo notturno, ma ci siamo accorti che dedichiamo meno attenzione alla nostra stella e così si è optato per questo prezioso acquisto. Con questo telescopio potremo ampliare la gamma di divulgazione astronomica, cosa che ci sta strettamente a cuore, promuovendo incontri con il pubblico e le scolaresche. Intanto stiamo raffinando la tecnica  di osservazione e ripresa e la foto riportatata è uno dei primi risultati ottenuti. Immagine estratta da ripresa CCD I-Nova PLA-Mx elabporata con Registak 5 e Photoshop Autori: I.Codato e R. Cariolato  
Sole- Coronado SolarMax 90/800 - Immagine di Ivan Codato e Roberto Cariolato
La LUNA ci piace: ecco un po’ di nostre foto.
Luna - Autore I. Codato Luna - Autore G. Schileo Luna - Autore Aurora e Gaincarlo
Autore : Ivan Codato Nikon D750 Apo 120 a fuoco diretto
Autore : Giorgio Schileo Camera: CCD ASI290 CM Telescopio C8
Autore: Giancarlo e Aurora Ripreso con telefonino da Bresser 130 a 50 ingrandimenti
Luna- Ivan Codato Cometa 46P/Wirtanen (Autore I. Codato)
46P Wirtanen la Cometa di Natale (senza coda) Come ormai tutti sappiamo, lo scorso Natale ha avuto la sua Cometa, non quella tradizionale dei Re Magi, ma bensì una in  “carne e ossa” ovvero in “polvere e ghiaccio” reale con i relativi effetti luminosi conseguenti al suo movimento in prossimità del Sole. La cometa ha un periodo corto di 5, 44 anni; era stata designata come primo obiettivo della missione Rosetta, poi cambiato successivamente con la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko; ha una dimensione di 1,2 Km e si avvicinerà alla terra con una distanza  minima di circa 11 milioni di Km, il 16 dicembre 2018. La sua luminosità varia da 8 a circa 3 di magnitudine che la rende appetibile anche per un’osservazione ad occhio nudo: questa credo sia possibile solo in condizioni di cielo estremamente buio, cosa che non possiamo vantare di avere qui a Padova e dintorni. Una peculiarità:  visivamente è senza coda; infatti, per la traiettoria che sta seguendo, la prospettiva di osservazione dalla Terra non permette di vedere  la porzione con la coda. Anche noi del GAP abbiamo provato a fotografarla dal nostro osservatorio di via Cornaro, nonostante  il forte inquinamento luminoso. Il risultato è osservabile nell’immagini sopra e sotto riportate. Inoltre, sempre il Gruppo Astrofili di Padova, propone una serata dedicata proprio alla Cometa: infatti, venerdì 21 dicembre presso la sede di via Cornaro alle ore 21, Fabio Borella, attuale presidente, ha tenuto una conferenza sulla 46P/Wirtanen. .
M42 show Autore: Giuseppe Guercio Quando la passione e la bravura coincidono e permettono di realizzare progetti, piccoli o grandi che siano: questo è il risultato. Il nostro socio Giuseppe Guercio ci fa dono di questa immagine della grande Nebula di Orione ripresa nei cieli di una buia Croazia e che pubblico con grande piacere. Si può obiettare che di M42 abbiamo un’inflazione di immagini. Ma ascoltare l’autore che descrive nei dettagli l’impegno con la preparazione, la serie di scatti effettuati con tempificazioni diverse, l’elaborazione digitale successiva con varie prove per arrivare ad un risultato  “soddisfacente”  come con modestia commenta lui stesso e ci trasmette la stessa emozione  che lo ha accompagnato nell’impresa, ci fa anche capire che non si tratta di una semplice foto perchè in ogni dettaglio che riusciamo ad intravvedere tra le polveri colorate con sfumature  graduate illuminate dalle giovani stelle  c’è la passione di Giuseppe che emerge. Grazie. E questi sono i dati di ripresa: Telescopio: Rifrattore APOcromatico  80mm /F4,4 Camera: Canon 500D modificata Numero scatt:i 100 con tempi di apertura vari Elaborazione con PixInsight Ivan Codato PS: Giuseppe ha arricchito la sua galleria con altre immagini, clicca qui per vederle.
Nebulosa di Orione M42 - Autore: Giuseppe Guercio